I Sentieri

I SENTIERI E I PERCORSI

 

Qui sono descritti in senso orario i principali sentieri del territorio di Zovencedo, con l’avvertenza tuttavia che possono facilmente essere percorsi anche in senso antiorario. Nel progetto LIFE i sentieri 63 e 64 sono indicati come unico sentiero Calto-San Gottardo.

 

SENTIERO DI ZOVENCEDO (n.63)

Punto di partenza: Zovencedo, piazza (oppure Calto o Gazzo)

Dislivello: 432 m

Durata: 3 ore e 30 minuti (seguendo la variante: 2 ore e 30 minuti)

Dalla Piazza di Zovencedo si scende lungo la strada che porta alla Fontana della Villa, con i suoi lavatoi. Di qui si sale a destra per una visita all’abitazione rupestre Sengia dei Meoni e al Museo della Pietra di Vicenza ospitato nella Cava de Cice. Si ritorna quindi sulla strada degli Spiadi, e si scende fino alla Contrà di Calto, superata la quale si imbocca la stradina a destra che dopo aver superato il torrente sale in mezzo al bosco, evitando la Provinciale, fino alla Contrà delle Piane. Qui si prosegue a sinistra per una stradina tra le case e, superata la Fontana dei Galvani, si arriva alla Contrà Danèla, superata la quale, tenendo la sinistra, si scende al Gazzo, dopo aver superato alcune bocche di cave di pietra. Si risale la valle lungo la strada fino a trovare sulla destra la strada del Braio che, superato il torrente, risale il versante Sud portanto ai Lanzi, e quindi lungo i Costoli al punto di partenza, a Zovencedo.

Per la variante, dopo Contrà Danèla si prende a destra una carrareccia in piano che porta direttamente quasi in cima alla strada del Braio.

 

SENTIERO DI SAN GOTTARDO (n.64)

Punto di Partenza: San Gottardo, piazza (oppure Gazzo)

Dislivello: 280 m

Durata: 2 ore e 30 minuti (seguendo la variante: 3 ore e 30 minuti)

Dal Centro Sociale di San Gottardo (o dalla Piazza) si sale alla Parrocchiale, e si prosegue in discesa lungo la strada della Chiesa. Si attraversa la strada asfaltata e si imbocca una stradina che dopo aver superato alcune case diventa sentiero e scende alla Fontana delle Donne, vicino a una cava di pietra. Si prosegue per la stradina e si imbocca quella che scende ripidamente al Gazzo. Arrivati in piano e superato un ponticello, si risale a destra verso la cava Badia. Superati i tornanti vicini alle cave, dopo un centinaio di metri si imbocca a destra, su una curva, una stradina che porta quasi in piano alla Fontana del Borgo. Di qui si prosegue per un tratto di strada cementata, si attraversa l’asfalto e si imbocca un’altra stradina che sale di fianco alle case fino a trovare la vecchia strada della Chiesa, per cui risalire al punto di partenza.

Per la variante, quando si arriva al fondovalle, si prosegue per la strada fino al Gazzo e quindi al Gazzetto, dove, subito dopo un capannone, si risale a destra lungo il sentiero dei Menazzi fin sulla strada del Rebene, e quindi per Via Bertoldi si torna al punto di partenza.

 

SENTIERO DELLE FONTANE (n.66)

Punto di Partenza: Zovencedo, piazza (oppure San Gottardo o Calto)

Dislivello: 360 m

Durata: 3 ore e 30 minuti

Dalla piazza di Zovencedo si scende lungo la strada che porta alla Fontana della Villa, e quindi lungo il sentiero degli Spiadi fino a Calto. Superata la contrada, si continua verso le Acque e quindi, a destra, verso via Gazzetto. Qui, di fianco a un capannone, si imbocca il sentiero dei Menazzi che porta alla Fontana del Monte. Proseguendo per la strada del Rebene, al Borgo, sulla destra, si trova la Fontana del Borgo. Proseguendo per la via omonima, si imbocca sulla destra la stradina che, dopo aver attraversato un gruppo di case, scende alla Fontana delle Donne. Superate alcune bocche di cava, si prende la strada a destra che scende nella valle del Gazzo. Sul piano si prende a sinistra la strada del Braio che, superato il torrente, risale il versante Sud. Superata in quota C. Lanzi, si imbocca a sinistra la strada dei Costoli che scende al punto di partenza.

Variante: dalla piazza di Zovencedo si sale per la Provinciale fino a imboccare sulla destra, alla curva, via Molinetto. Si scende lungo la valle, dove si possono trovare diverse sorgentine e una cascatella, fino ad arrivare alla Contrà di Calto.

 

ALTA VIA DEI BERICI

L’Alta Via dei Berici è composta da una serie di sentieri che attraversano diversi comuni dei Berici. Accenniamo qui ai tratti che interessano il territorio del comune di Zovencedo.

Tratto di Zovencedo: si arriva da Contrà Bussolo percorrendo la strada sterrata di via Ca’ Martina fino ad arrivare in via Croce, dove si scende verso il paese. Alla croce in ferro, si imbocca la vecchia via che porta alla piazza di Zovencedo. Di qui si scende alla Fontana della Villa, quindi sale a destra verso la Sengia dei Meoni. Si attraversa la Provinciale e si imbocca via Lanzi, superate le ultime case si svolta a destra per la strada dell’Oselliera, quindi a sinistra si scende per via Grotti fino alla Provinciale. Si risale a destra fino a imboccare a sinistra una stradina con il segnale.

Tratto di San Gottardo: si arriva da Contrà Mazzanta, si attraversa la Provinciale e si imbocca la strada del Peraro che si percorre fino a via Santiella, dove si svolta a sinistra. All’inizio di via Borgo, si prende a destra la strada della Chiesa che sale alla parrocchiale di San Gottardo e al Centro Sociale. Da qui si risale per via Chiesa fino alla Piazza e quindi fino al Borgo, dove si imbocca via Bertoldi. Dopo qualche decina di metri si scende a sinistra per la strada del Rebene. Dopo aver percorso la strada in mezzo al bosco, superata un’azienda agricola circondata da ulivi e vigneti, si incontra sulla destra la piccola Fontana del Monte. Si prosegue quindi fino ad incontrare nuovamente la strada asfaltata.